Il progresso tecnologico ti migliora la vita

Una manager di una nota multinazionale arriva stravolta a casa dopo una giornata devastante, la peggiore di un periodo che le ha prosciugato tutta l’energia che aveva in corpo. Purtroppo però è solo giovedì e quando pensa a come potrebbe chiudersi la settimana, le uniche parole che le vengono in mente sono: “Black Friday” ed è chiaro a tutti che non ha in mente lo shopping!

Fortunatamente a casa la aspettano i figli, che riescono sempre a farle dimenticare i problemi lavorativi o che comunque la aiutano a lasciarli sull’uscio. Preparare la cena, bere un buon bicchiere di rosso per rilassarsi, avere un veloce aggiornamento sulla situazione scolastica dei ragazzi e poi un po’ di relax tutti insieme sul divano davanti alla TV: stasera c’è la finale di X Factor, ed i suoi ometti non se la perderebbero per nulla al mondo!

Il progresso dell’alta definizione, la nitidezza delle immagini, fino ad oggi tecnologicamente possibile solo per contenuti offline, è per la prima volta disponibile in diretta, grazie a una nuova tecnologia di video pre-processing. La nostra manager è molto fiera di essere la responsabile di questo progetto, alla cui realizzazione ha contribuito con un team di colleghi.

Sta per iniziare la finale e i ragazzi – luce degli occhi della loro mamma – non stanno più nella pelle. É bello vederli così entusiasti e orgogliosi del contributo che lei ha dato all’evento mediatico di cui parleranno l’indomani a scuola, sicuramente ingigantendone i meriti e suscitando sentimenti contrastanti di stima e invidia da parte dei compagni di classe.

Riflettendo sulle molteplici sfaccettature della tecnologia, ci accorgiamo che il progresso tecnologico ha avuto effetti positivi in tantissimi settori.

Ha semplificato notevolmente i processi manuali all’interno delle fabbriche, spesso quelli più faticosi, ridotto i tempi di lavorazione dei prodotti e migliorato l’ambiente di lavoro grazie a tecniche moderne di bonifica degli ambienti.

In campo sanitario, le nuove tecnologie digitali hanno rivoluzionato la gestione del paziente non solo in termini di cura, ma anche in termini di prevenzione. Con la digitalizzazione della cartella clinica si può inoltre gestire in modo unificato l’anamnesi del paziente, le prescrizioni farmacologiche, il diario medico-infermeristico e i documenti di dimissione.

Possiamo poi pensare a quanto la nostra vita sia stata semplificata dall’avvento di WhatsApp, che ha causato una vera trasformazione nei nostri modi di comunicare e determinato il declino del traffico SMS a partire dal 2009. Chi di noi non ha almeno un gruppo su WhatsApp per comunicare con la famiglia, gli amici più stretti e i propri collaboratori? WhatsApp ha semplificato le comunicazioni rendendole più veloci e oramai gratuite.

Che dire di Spotify? Il servizio digitale per lo streaming che propone un catalogo di oltre venti milioni di brani musicali liberamente accessibili in base ai gusti del singolo utente. L’abbonamento premium offre inoltre agli utenti un’esperienza unica, consigliando canzoni scelte sulla base dei loro interessi individuali.

In un futuro non lontano i suggerimenti basati sui nostri comportamenti indirizzeranno sempre più l’offerta in tutti i settori, a partire dall’assicurativo e sanitario, e gli esempi potrebbero susseguirsi ancora!

Dietro ogni persona alle prese con la tecnologia e il suo inarrestabile progresso ci sono mille storie da raccontare e a volte sono proprio le nostre.

Massimo Carniel Written by: