L’esperienza del coding in due scuole in collegamento Skype. Il racconto dell’inviata di Torino

Abbiamo scelto l’ultima settimana prima delle vacanze di Natale per tenere una particolare lezione di coding che ha coinvolto due scuole in collegamento Skype: l’Istituto Pertini di Torino e l’Istituto Comprensivo del Tronto e Valfluvione di Arquata del Tronto, completamente ricostruito dopo il rovinoso terremoto dell’agosto 2016 con criteri antisismici e con un laboratorio di informatica all’avanguardia, di cui NTT DATA ha curato cablaggio ed allestimento.

Nella scuola di Torino, abbiamo svolto in questi mesi alcuni dei nostri laboratori del progetto “Coding nelle scuole” che coordino per NTT DATA e, per una curiosa coincidenza, le due scuole erano già unite in un gemellaggio che, grazie a questa ulteriore esperienza, si è ulteriormente cementato.

E’ stato invitato a partecipare Angelo Conti, giornalista de La Stampa e presidente della fondazione Specchio dei Tempi, che ha curato la raccolta fondi destinata alla ricostruzione della scuola di Arquata e, col suo intervento, ha introdotto il collegamento con quella scuola.

Conti ha raccontato ai bambini la difficile storia di rinascita e di ripresa delle normali attività quotidiane dopo la catastrofe che ha colpito la scuola di Arquata, mettendo in luce il valore della solidarietà come fattore fondamentale in questo difficoltoso percorso di ripresa.

Attraverso Skype e le lavagne interattive multimediali presenti nelle due aule, i bambini si sono visti e salutati, cosi come le maestre e i colleghi docenti di Coding.  Tutti hanno avuto l’impressione di aver allargato le pareti delle due aule, annullato gli ostacoli geografici della lontananza, degli Appennini e della neve che, ad Arquata, aveva già imbiancato le cime, rendendola ancora più difficile da raggiungere.

Sono stati coinvolti tre colleghi a Torino, Andrea Franceschiello, Felice Ibba e Gianfranco Biscione e, ad Arquata, Nella Vulcano e Manuela Ciocchetti.

Andrea ha introdotto i concetti chiave della programmazione, proponendo come esempio concreto il funzionamento di un semaforo e coinvolgendo i bimbi di entrambe le scuole su quali istruzioni fosse necessario fornire e sull’importanza di fornire indicazioni corrette per evitare spiacevoli conseguenze pratiche. L’obiettivo del laboratorio è stato creare un videogioco personalizzabile da ciascuno, in cui dare al computer le informazioni puntuali sull’ambientazione, i personaggi, il loro movimento, il fine della competizione e il punteggio.

Ad Arquata, Nella si è accertata che per i bambini la sfida fosse chiara e, a quel punto, eravamo pronti per partire ognuno nella sua classe, con un appuntamento di confronto all’ora della ricreazione!

I bambini hanno lavorato di buona lena, creando le istruzioni necessarie anche con piccoli aiuti degli altri docenti NTT DATA di supporto per risolvere gli inevitabili intoppi.

A metà della mattinata c’è stato un momento di scambio in cui, condividendo lo schermo dei due pc dei docenti, è stato possibile mettere in evidenza le differenze nella realizzazione del codice che le classi hanno scritto separatamente e, da queste, trarre spunti di arricchimento ed aprire lo sguardo a diverse possibilità creative.

La competizione ha visto alle 10.30 Arquata in vantaggio su Torino, cosa che ha spinto la maestra Tonina, con  piglio sabaudo e d’accordo con la sua classe, a saltare la ricreazione per recuperare lo svantaggio.

Il successivo appuntamento appuntamento video delle 12.00: entrambe le classi sono riuscite a terminare il gioco e il tempo residuo è stato arricchito con varianti ed effetti speciali, come una nevicata sul personaggio che scende sotto una certa soglia di punti, una canzoncina natalizia o una bottiglia di champagne quando si raggiunge il traguardo.

Ed è così che il clima festoso è stato assicurato e la nostra coinvolgente missione compiuta. Ci siamo quindi scambiati gli auguri e  salutati, con la promessa di proseguire presto insieme l’avventura appassionante di apprendere collaborando, di accostarci in modo divertente alla tecnologia e di oltrepassare confini e ostacoli proprio grazie alle possibilità che la tecnologia offre.

Nel pomeriggio, le colleghe Nella Vulcano e Manuela Ciocchetti hanno tenuto una lezione di Coding agli insegnanti della scuola di Arquata, per agevolarli nel guidare gli alunni durante i prossimi laboratori che si svolgeranno a distanza, ripristinando il collegamento con i nostri docenti delle sedi di Torino, Roma o di qualunque altra sede voglia rendersi disponibile.

Preziose e illuminanti sono state le parole che hanno accompagnato il ringraziamento a NTT DATA, pronunciate dalla Dirigente Scolastica di Arquata, la Dott.ssa Palanca, a sigillo della mattinata: “Noi oggi abbiamo potuto mettere in pratica il nostro motto: non è importante dove ci troviamo, dove abitiamo e dove andiamo a scuola ma come sappiamo collegarci. Quando venite qui, non frequentate solo la scuola di Arquata ma una scuola dell’Italia, dell’Europa e del mondo, perché vi collegate con bambini che considerate, da sempre, come vostri compagni di banco.”

elisabetta medda Written by: