NTT DATA grazie ai colleghi della Consulting trasforma una tesi di laurea in un’offerta per i propri clienti

Cosa c’è dietro le quinte dell’iniziativa “La mia tesi”, proposta dalla Consulting di NTT DATA? Quali sono stati i passi per definire un’offerta mirata per i nostri clienti partendo da un elaborato accademico come può essere la tesi di laurea?

Ma ecco la storia di Lisa Melaragni la cui tesi è stata selezionata per questo contest. Con un gruppetto di colleghi abbiamo aderito con entusiasmo all’idea di concorrere all’iniziativa “La mia tesi di laurea”, nella quale ci siamo sentiti subito coinvolti al punto da non risparmiare energie e tempo per arrivare al risultato desiderato. Definire il perimetro di approfondimento delle tematiche da trattare e tarare lo sforzo dei componenti del team, distribuiti tra Roma e Milano, sono stati i primi passi di questa avventura, che ha visto la trasformazione di un documento accademico come la tesi di laurea in uno utilizzabile in un contesto lavorativo, dopo un’accurata rivisitazione di contenuti ed ambiti di riferimento.

Lo scopo del nostro lavoro è stato integrare un tradizionale modello di benchmark contenuto nella tesi di laurea, con l’applicazione di metodologie di decision making opportunamente selezionate per la valutazione di soluzioni innovative che non hanno ancora raggiunto una piena maturità commerciale.

Analisi e discussioni anche serrate hanno permesso di scegliere una direzione in cui far convergere le nostre forze e, a partire da lì, è stato semplice suddividerci i compiti tenendo conto delle inclinazioni personali e della disponibilità di ogni persona del gruppo.

Le difficoltà non ci hanno fermato, il team ha imparato a funzionare, le persone si sono coordinate e ognuno ha tenuto conto dei vari impegni progettuali e della distanza fisica che abbiamo colmato con l’aiuto della tecnologia. La voglia di capitalizzare tutti i nostri sforzi cresceva mano mano che il lavoro prendeva forma, le call di gruppo hanno aiutato e sono diventate un vero e proprio momento in cui abbiamo condiviso il carico di lavoro, i dubbi, le perplessità e anche risate e confidenze.

L’elaborato del nostro gruppo si è basato sulla proposizione di un metodo di lavoro strutturato, da proporre a un potenziale cliente del Mobile Payments ma rendendolo applicabile ad una qualsiasi azienda di un generico settore che sia mossa dal desiderio di introdurre novità sul mercato ed eventualmente migliorare i percorsi di vendita o acquisto e l’experience della clientela.

Nella prima parte del lavoro abbiamo prodotto uno studio del settore di Mobile Payments effettuando un’analisi di dati, volumi e trend e prendendo come punto di riferimento un’ampia selezione di Case Study opportunamente selezionati e suddivisi in categorie merceologiche.

Parallelamente a questo, abbiamo portato avanti uno studio dei modelli decisionali individuati e questo ci ha permesso di selezionarne due per il caso specifico in esame. Poi i modelli scelti sono stati applicati ai vari Case Study analizzati e questo ci ha consentito di ricavare una vera e propria classifica delle soluzioni di Mobile Payment per ciascuna categoria merceologica.

I tre valori fondanti di NTT DATA, team work, foresight e client first, sono stati la nostra guida per tutta la durata del progetto: senza condivisione delle idee, riflessioni e spirito di squadra non avremmo potuto raggiungere i nostri obiettivi! Guardare oltre il progetto in sé per poter prendere tutto il meglio da questa esperienza e cercare di trasferirlo agli altri! Infine, offrire un valore aggiunto all’azienda e creare nuove opportunità di lavoro con clienti vecchi e nuovi, studiando una soluzione basata in primis sui customer needs, sui desiderata e sull’esperienza utente è la vera applicazione del client first! Il lavoro non finisce qui, perché stiamo già cercando nuovi approcci e nuovi spunti per definire un’offerta reale, oltre ad un approfondimento dei modelli decisionali individuati, grazie alla collaborazione dei colleghi senior promotori dell’iniziativa!