L’OPEN INNOVATION CONTEST di NTTDATA: TRA INNOVAZIONE E CONTAMINAZIONE

L’Open Innovation Contest che si è tenuto a Milano lo scorso 2 marzo, ha riscosso un grande interesse da parte delle start up e dei clienti che hanno partecipato come giudici e ha prodotto un notevole fermento di idee e concrete possibilità di business per le 10 start up partecipanti, selezionate tra le 50 candidature ricevute.

Il motto di questa edizione 2018 è “Let’s change the world” e NTT DATA si è data l’obiettivo di permettere ai giovani imprenditori di sviluppare il loro business e affacciarsi sulla scena internazionale; la formula del contest è apparsa ideale per favorire le sinergie tra i vari elementi dell’ecosistema dell’innovazione aperta.

Il passo di innovazione oggi è rapidissimo e in NTT DATA crediamo che il modo migliore per essere sempre all’avanguardia sia la contaminazione tra nuove professionalità, nuove idee provenienti da giovani imprenditori e realtà del mondo accademico quali Università e Centri di Ricerca.

L’Open Innovation è stato molto coinvolgente e già nella fase di selezione dei partecipanti non è stato facile decidere le aziende da non inserire tra i concorrenti, perché tutte avrebbero potuto portare contributi di valore; quindi è stato deciso di basarsi sulla validità della tecnologia e sull’ innovatività dell’idea, ma data la bontà dei contenuti sono stati comunque avviati percorsi di collaborazione anche con diverse start up non inserite nella gara finale.

Il clima della giornata è stato molto effervescente e tra le agili start up partecipanti si è innescata una competizione molto accesa nel proporre in modo originale e interessante le proprie soluzioni.

NTT DATA Italia ha definito le tematiche più calde su cui le aziende si sono presentate, Green Economy, Tecnologie Assicurative, Archivi Digitali, Droni, Machine Learning, Intelligenza Artificiale, Customer Profiling, Internet of Things, Healthcare, Cybersecurity, Realtà Aumentata; il giudizio finale è stato affidato ad una giuria composta da rappresentanti dei clienti e da esperti di innovazione della casa madre giapponese.

La giuria ha decretato la vittoria dell’azienda GiPSTech per il suo elevato background tecnologico, la presenza di brevetti di grande valore e la forza dell’idea, basata su una tecnologia che sfrutta le funzionalità di uno smartphone per consentire il posizionamento di persone all’interno di edifici dove non è presente il segnale satellitare GPS.

Sul podio con GiPStech, si è piazzata Tolemaica con una soluzione che offre la certificazione con valore legale di data e posizione delle foto scattate dai fruitori del servizio, attraverso l’inserimento delle immagini e il rilascio di un elemento probatorio.

A pari merito al terzo posto ABzero, Big Profiles e ToothPic che hanno ricevuto un premio speciale assegnato dal team giapponese di Open Innovation. ABzero propone un nuovo modo di trasportare sangue e organi tra strutture territoriali della sanità utilizzando i droni; BigProfiles ha invece sviluppato una soluzione che consente alle aziende di migliorare le relazioni con i propri clienti sfruttando informazioni provenienti da diverse fonti; Toothpic infine ha brevettato un sistema di autenticazione che utilizza le peculiarità del sensore fotografico dello smartphone dell’utente. A queste startup sono stati assegnati gli Zamma Awards, premi speciali assegnati personalmente da Kotaro Zamma, responsabile dell’organizzazione di Open Innovation di NTT DATA Corporation.

NTT DATA ha offerto alla prima classificata GiPStech la possibilità di confrontarsi a Tokyo con le altre 14 aziende vincitrici del primo premio negli altri paesi, la vincitrice che ad oggi sappiamo essere stata Gestoos che si è aggiudicata lo scorso 22 marzo tre mesi di un programma intensivo per lo sviluppo di business congiunto.

Questo contest si è inserito in un programma più ampio di contaminazione tra competenze e ruoli degli attori dell’ecosistema dell’innovazione, che NTT DATA considera un’elemento essenziale per la realizzazione di soluzioni tecnologiche all’avanguardia e di forte impatto sul business.

gianpiero meazza Written by: