Un incontro all’insegna della contaminazione tra Consulting e Business Line Intelligenza Artificiale e Internet of Things.

Sono il responsabile del gruppo Intelligenza artificiale di Napoli specializzato nel settore Natural Language Processing e mi occupo di tutte le tematiche legate al mondo dell’Intelligenza Artificiale in NTT Data Italia. Sono appassionato da sempre di innovazione e come ingegnere delle Telecomunicazioni, ho trovato naturale specializzarmi in Artificial Intelligence, un tema che ha poi anche argomento della mia tesi di laurea la cui conoscenza mi è stato molto utile anche nelle mie precedenti esperienze lavorative nel mondo avionico.

In NTT DATA ho trovato un terreno molto favorevole per far crescere questa mia passione, lavoro a stretto contatto con un gruppo di colleghi giovani e motivati e gli scambi di idee e lo sviluppo dei progetti mi arricchiscono e mi danno uno stimolo a voler fare sempre di più e sempre meglio.

Per tutte queste ragioni, ho accolto con molto interesse, l’idea di collaborare alla realizzazione di un incontro a Milano in cui mettere a fattor comune le competenze tecnologiche della Service Line di cui faccio parte IoT, Virtual  Reality, e Intelligenza Artificiale e l’approccio al mercato della Consulting per presentare ai colleghi del mercato l’offerta della business Line di cui faccio parte non solo dal punto di vista tecnologico ma anche esaminando i passi più idonei per accompagnare le aziende nell’adozione delle soluzioni prospettate.

E’ stato un pomeriggio molto interessante, in cui le diverse business unit hanno analizzato i principali trend tecnologici e il punto di vista degli analisti di mercato per entrare poi nel vivo di alcuni business-case con una particolare attenzione alle potenzialità di Intelligent Virtual Entity una piattaforma che consente ai clienti di utilizzare algoritmi di intelligenza artificiale adattandoli al proprio business. Credo inoltre che l’idea di aver costruito una presentazione a quattro mani con la Consulting sia stata vincente, in questo modo la platea ha potuto avere  una visione di insieme comprensiva anche degli aspetti non puramente tecnologici.

Successivamente in una sessione di live demo è stata mostrata l’interazione dialogica uomo-macchina in linguaggio naturale e la possibilità di estrarre informazioni da documenti testuali, che possono essere anche classificati in categorie predefinite o meno. Dopo aver illustrato i benefici dell’interazione in forma scritta, ci si è poi spostati a quella vocale, mostrando come si possono scambiare informazioni con gli assistenti domestici di ultima generazione.

A giudicare dalle domande, dalla partecipazione e dall’atmosfera in generale, l’incontro sembra essere stato molte utile per evidenziare le potenzialità di IVE, le possibilità legate al suo utilizzo e per ottenere degli spunti su funzionalità e caratteristiche da implementare, in grado di migliorare la nostra value proposition.

Sono molto soddisfatto di questo pomeriggio che ha avuto molte valenze perché ha permesso ai colleghi del mercato di conoscersi meglio e di comprendere le sfaccettature dell’offerta mentre a noi speaker ha consentito di capire quali possono essere le aree di maggior interesse per i clienti su cui puntare per costruire offerte trasversali  per i vari mercati.

Il gruppo Intelligenza Artificiale di Napoli lavora costantemente allo sviluppo dei moduli della piattaforma di Intelligent Virtual Entity con un occhio attento sia al business che all’innovazione anche grazie alle collaborazioni con le Università in Campania, credo quindi che occasioni come queste siano importanti per generare nuovo valore e che dalla contaminazione tra diverse strutture possano nascere proficue collaborazioni e idee,

Antonio Schiano Written by: