E’ arrivato il 5G! una storia ricca di sorprese

Il 5G è diventato l’argomento del momento, con notizie che si susseguono sulla stampa e sui media specializzati, non passa giorno in cui il tema non sia in evidenza. Stiamo parlando della rete di nuova generazione che andrà ad affiancare l’attuale 4G, per arrivare a sostituirlo gradualmente nel tempo.

Il processo sarà rivoluzionario perché non riguarderà esclusivamente l’aumento della velocità di connessione, ma impatterà su ogni settore e segmento di mercato, sulla vita di ogni persona.

Il 5G garantirà altissima affidabilità (99,999%) nelle comunicazioni, non si tratterà di una semplice evoluzione tecnologica del precedente 4G, ma assisteremo ad un salto generazionale con effetti diretti sulla quotidianità e sull’interazione con gli “oggetti”, sarà pervasivo e rivoluzionario, cambierà il paradigma del nostro modo di vivere.

Anche se non si è super- esperti, l’acronimo 5G libera la fantasia di ognuno ed evoca la visione di scenari applicativi che, solo qualche tempo fa, sembravano possibili solo in avveniristici film di fantascienza.

Oggi pensiamo con naturalezza ad un drone che ispeziona una zona insidiosa e avversa all’uomo, ad un intervento chirurgico in telemedicina dove il paziente è lontano dal luogo in cui avviene l’operazione e ci spingiamo fino ad immaginare scenari V2X, nei quali i veicoli saranno dotati di sistemi di comunicazione evoluta in grado di gestire in autonomia e sicurezza il trasporto di persone. Anche l’intrattenimento evolverà: le console per videogiochi verranno sostituite da piattaforme online appositamente progettate ed i turisti passeggeranno per le nostre città con “simpatici” occhiali, realizzati con tecnologie sofisticate ed in grado di arricchire, in realtà aumentata, l’esperienza.

E tante altre ancora potranno essere le implicazioni positive legate all’utilizzo di questa tecnologia.

Si parla molto diffusamente degli effetti dirompenti che il 5G avrà sul nostro modo di vivere, molto meno si parla degli abilitatori tecnologici, relegati sui tavoli degli ingegneri di telecomunicazione e degli specialisti di settore.

Non voglio addentrarmi su temi tecnologici complessi, ma desidero condividere qualche “parola chiave”, essenziale per aiutarci a comprendere meglio tutto ciò che leggiamo o sentiamo in merito alla tecnologia 5G, di cui a brevissimo saremo utilizzatori: 29

  • Latenza – tempo tra input e output, ovvero tempo di attraversamento della rete: il 5G avrà latenza bassissima, per questo saranno possibili interazioni in modalità realtime;
  • Resilienza – capacità dinamica di adattarsi a fenomeni avversi garantendo la continuità del servizio;
  • Velocità – velocità di picco superiore a di 10Gbps;
  • Densità – capacità di gestire fino ad un milione di dispositivi che interagiscono fra loro, per singolo km2;
  • Edge Computing – la capacità di elaborazione viene distribuita sulla rete in modo da “avvicinarla” all’utente per garantire una miglior fruizione dei servizi.

Mentre per molti di noi queste “parole chiave” rappresentano definizioni quasi astratte, per i colleghi impegnati nelle attività di design, progettazione e deployment di rete di 5G rappresentano la quotidianità lavorativa.

Oltre agli ambiti più visibili e legati allo sviluppo di applicazioni verticali che sfruttano la tecnologia abilitante 5G, NTT DATA è infatti coinvolta attivamente anche nella progettazione della rete di telecomunicazione 5G, al fianco di alcuni fra i nostri maggiori Clienti. Il duplice ruolo che stiamo giocando, ovvero impegnati sia sullo sviluppo delle componenti applicative sia sul design e sulla progettazione di rete 5G, ci posiziona concretamente come vero Trusted Global Innovator.

Le competenze eterogenee che costituiscono il nostro DNA sono un abilitatore focale ed un acceleratore differenziante rispetto ad uno scenario tecnologico e di mercato sempre più convergente.

Cosa resta ancor da dire?

Che mi piacerebbe in futuro condividere qualche episodio reale vissuto insieme ai colleghi impegnati sui progetti di ingegneria di rete 5G. Abbiamo attraversato momenti di entusiasmo, di forte tensione ed anche qualche situazione divertente “in campo”, per cui vi do appuntamento per una prossima puntata, che, prometto, sarà ricca di aneddoti e coinvolgerà direttamente qualche nostro “pioniere” della rete di nuova generazione 5G.

Emanuela Sabbatini Written by: